Giulia 1600 S

La Giulia 1600 S viene presentata al Salone dell' Automobile di Torino il 30 Ottobre 1968.

E' l' erede della Giulia TI, voluta dall' idea di lasciare in produzione una 1600cc con un solo carburatore, quindi con consumi ridotti e funzionamento dolce, silenzioso ed elastico, adatto quindi a lunghe percorrenze a velocità elevata.

Il motore viene portato a 96cv permettendo una velocità massima di 172 Km/h che può essere mantenuta anche per lunghi tratti.
L' allestimento interno ed esterno è uguale a quello della Giulia 1300 TI del 1967 salvo piccoli particolari, quali le grondaie cromate, il cruscotto rifinito in plastica color grigio scuro anziché in legno ed i doppi fari anteriori, con sole tre barre cromate sulla calandra (anziché cinque) che li uniscono allo scudetto centrale Alfa.

Il prezzo è di 1.450.000 Lire.
Questa vettura è stata prodotta fino al 1971 in soli 2215 esemplari, a causa della cannibalizzazione  delle versioni 1300 per via del sistema di tassazione del tempo che prediligeva le piccole cilindrate.